.
Annunci online

 
SardegnaNonConforme 
Blog non conforme
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Simone Spiga
Acque Sociali
Fronte Identitario Sardegna
Alain De Benoist
Musica Alternativa
Novopress
Peggio Soru
Polaris
Braccio Destro - Ag Alghero
Mutuo Sociale
2punto11
Casa d'Italia
Spazio Cervantes
Foro 753
Il Nazionalista
NoReporter
Comitato 10 Febbraio
  cerca

 

 






 



 



 




 

Diario | Presentazione del progetto | Musica Alternativa | Kultur Camp | Libri in vendita | gadget in vendita |
 
Diario
1visite.

13 novembre 2007

OGM. COLDIRETTI: ITALIANI CONTRARI, PROTEGGERE MADE IN ITALY

 Roma, 13 nov. - I risultati della consultazione "confermano la crescente opposizione dei cittadini italiani al biotech nel piatto e richiedono un'assunzione di responsabilita' ai massimi livelli di governo per proteggere il made in Italy dal rischio di contaminazioni". E' quanto afferma la Coldiretti in occasione della presentazione del bilancio della Consultazione nazionale su Ogm e modello di sviluppo agroalimentare, promossa dalla Coalizione ItaliaEuropa - liberi da Ogm.
"L'obiettivo- continua Coldiretti- deve essere ora quello di valorizzare le produzioni del territorio e difenderle dalla omologazione e delocalizzazione per una agricoltura che guarda al mercato e risponde alle domande dei cittadini, che chiedono di consumare alimenti di qualita', con un forte legame territoriale". Un impegno, prosegue, "sul quale sta crescendo la consapevolezza in Europa- sottolinea l'organizzazione agricola- dove l'Italia ha una ragione in piu' per difendere la scelta" ogm free "perche' puo' vantare i primati raggiunti sul piano della qualita', sicurezza alimentare ed ambientale".
Un'impresa biologica europea su tre e' italiana (37,7%) con la superficie nazionale coltivata a biologico che rappresenta piu' di un quarto (27,7%) del totale Ue mentre l'agricoltura nazionale, precisa la Coldiretti, detiene anche la leadership europea con ben 163 denominazioni di origine italiane riconosciute nell'albo comunitario sul totale di 756 (21,5%).Ma l'Italia ha anche, osserva Coldiretti, il record assoluto del 98,5% dei campioni di frutta e verdura con residui di fitofarmaci al di sotto dei limiti di legge che conferma gli ultimi risultati pubblicati dalla Commissione Europea dai quali emerge che la frutta e la verdura made in Italy "sono le piu' sicure in Europa con una presenza di residui chimici nettamente inferiore a quella di altri Paesi produttori- continua- dove le irregolarita' rilevate per i prodotti alimentari sono superiori di tre volte in Germania, quattro volte in Francia e Spagna e di oltre 6 volte in Olanda". Dall'Indagine 2007 Coldiretti-Swg emerge che due italiani su tre (67%) ritengono che i prodotti alimentari contenenti Ogm "siano meno salutari rispetto ai prodotti tradizionali e tale percentuale e' alta tra i giovani e i laureati tra i quali diminuiscono peraltro gli indecisi. La stessa diffidenza- conclude la Coldiretti- si registra anche in altri paesi europei come Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna dove la percentuale dei 'preoccupati' e' in media del 63%".

Tratto da Simone Spiga Blog


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. No Ogm campagna nazionale

permalink | inviato da sardegnanonconforme il 13/11/2007 alle 14:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        dicembre